Guida: Come fare a... utilizzare la stampa 3d per fare business

E' possibile fare business con la stampa 3d senza avere stampanti 3d professionali?

Le stampanti 3d nascono come strumenti di prototipazione rapida per testare e provare gli oggetti prima di essere prodotti in migliaia di pezzi. Si puo' dire tranquillamente affermare che qualunque oggetto presente negli scaffali dei supermercati, nelle case, negli uffici,  sia stato prima progettato con un programma di modellazione 3d e successivamente stampato in 3d al il fine di verificarne la funzionalità e l'aspetto estetico.

Le stampanti 3d utilizzano varie tecniche per la costruzione di oggetti. Le piu' famose sono la fabbricazione mediante deposito di materiale fuso (FDM)  e  la sinterizzazione laser (SLS) oppure la tecnologia stereolitografica (SLA)

Fino a qualche anno fa le stampanti 3d venivano utilizzate prevalentemente in ambito industriale. Grazie ad alcuni brevetti scaduti nel 2005,  si e' sviluppato il progetto Reprap che ha dato vita alla nascita di diversi modelli di stampanti 3d open source facendo crollare i prezzi delle stampanti 3d con tecnologia di stampa FDM.

stampante 3d reprap

Galileo, Primo modello di stampante 3d Reprap

Dopo questa piccola introduzione sulle stampanti 3d vediamo come è possibile intraprendere un business con gli oggetti stampati in 3d senza possedere stampanti 3d professionali.

Le opportunità di business che sono nate grazie alla stampa 3d non si riducono alla vendita di oggetti grezzi creati con le stampanti 3d. In tutto il mondo sono molti gli artigiani che stanno adoperando le stampanti 3d per costruire oggetti da rifinire e vendere online. Per saperne di piu' leggi la prima puntata della rubrica "Cosa posso comprare in 3d ?" che presenta degli esempi di oggetti stampati in 3d, lavorati in modo eccellente e commercializzati on line sul portale Etsy.

Anche altri settori e professioni stanno traendo benefici grazie alla diffusione di queste macchine in grado di costruire oggetti. Per maggiori informazioni consultare la rubrica Opportunità di business.

Utilizzare la stampa 3d per fare business è possibile. Per fare cio' è necessario impostare una strategia.

Iniziamo con l'analizzare due aspetti:

  • Il budget a disposizione
  • Doti artistiche e creative

E' vero che i prezzi delle stampanti 3d con tecnologia FDM sono diminuiti al punto da trovare modelli sotto i  € 1.000,00 ma è anche vero che  il tempo necessario per stampare un oggetto 3d con queste stampanti è direttamente proporzionale alla grandezza dell'oggetto, alla risoluzione, ovvero alla dimensione di ciascun layer o strato di materiale depositato ed al riempimento interno. Oltre ovviamente alle caratteristiche di costruzione della stampante stessa.

La tecnologia FDM è il vero limite che impedisce di realizzare un alto numero di pezzi. E' impensabile essere competitivi con una macchina che puo' impiegare da qualche ora a diversi giorni per creare un solo oggetto 3d.

Un'altro limite di queste stampanti a basso costo è legato alla qualità dell'oggetto stampato. Infatti l'oggetto appena finito di stampare deve essere rifinito affinchè possa assumere un aspetto gradevole alla vista e al tatto. Ovviamente dipende dall'utilizzo che l'utente finale ne dovrà fare.

La rifinitura consiste nell'eliminare le parti di materiale depositate in modo non corretto, alla lisciatura dell'oggetto mediante carta vetrata o prodotti chimici quale ad esempio l'acetone ed infine alla verniciatura dell'oggetto stesso.

Con un budget limitato e delle ottime doti artistiche e creative, si puo' pensare di avviare un business per vendere oggetti 3d, disegnati e rifiniti ad arte.  E' chiaro che per avere successo bisogna essere in grado di creare oggetti artistici unici.

Un esempio di quanto appena detto è stato sviluppato da due aziende che ho avuto modo di visitare alla Maker Faire di Roma edizione 2014 , la Creat3d e la Pannaus Props.

Nelle immagini sotto visualizzate è possibile vedere con quale maestria sono stati in grado di rifinire oggetti stampati in 3d.

Caschetti super eroi realizzati dalla Pannaus Props

oggetti stampati in 3d

Oggetti stampati in 3d e rifiniti dalla Creat3d

 

Se invece si dispone di un budget di spesa base di € 20,000 si puo' pensare di acquistare una stampante 3d con tecnologia SLS in grado di creare oggetti 3d di alta qualità, ben rifiniti e anche colorati.

Bisogna considerare pero' che per rientrare dei costi sostenuti per l'acquisto e per andare in utile, è necessario costruire e vendere un alto numero di oggetti. In genere queste macchine vengono acquistate da chi intende intraprendere un servizio di stampa 3d conto terzi o da studi di ingegneria.

Ma per restare in tema, vediamo quale altra soluzione abbiamo per fare business con la stampa 3d senza avere macchine professionali.

E' ancora conveniente fare business vendendo oggetti stampati in 3d per chi non possiede un budget sufficiente alto per acquistare stampanti professionali ?

Per superare il problema del costo delle stampanti professionali è possibile utilizzare i servizi di stampa 3d conto terzi. Alcuni di questi svolgono anche l'attività di marketplace,  dove e' possibile acquistare e vendere modelli ed oggetti 3d.

Il vantaggio immediato nell'usufruire di service di stampa professionali è quello di poter ottenere oggetti stampati in 3d di elevata qualità ed utilizzando diversi materiali.

Puo' essere conveniente stampare oggetti di design magari personalizzati, mentre ovviamente non e' invece conveniente stampare oggetti 3d di uso comune.

In particolare fra i service di stampa professionali, e' da segnalare Sculpteo, un marketplace che a partire da gennaio 2014 ha iniziato ad offrire ai suoi clienti il servizio di stampa di oggetti 3d per alti volumi. Il prezzo varia in base al materiale scelto ed al numero di pezzi che vengono ordinati.

sculpteo stampa 3d

In conclusione si puo' fare business con la stampa 3d anche senza possedere stampanti 3d di produzione. Si puo' utilizzare la stampante 3d FDM per la costruzione di prototipi, farli diventare dei capolavori grazie alle proprie capacità artistiche, oppure stamparli in serie limitata tramite service di stampa come Sculpteo.

E' chiaro che se uno ha la necessità di produrre un altissimo numero di pezzi conviene utilizzare la stampa ad iniezione, ovvero un processo industriale che permette di fabbricare oggetti con costi molto piu' bassi rispetto alle stampanti 3d.

Search