I rischi della stampa 3D

Giusto qualche settimana fa, un report del dipartimento per il commercio degli Stati Uniti,contenete una valutazione dei rischi per i sistemi di replicazione,  avvisava i contractor della difesa circa i pericoli che la stampa 3D poteva portare. Non si tratta solo di pericoli dovuti alla tecnologia di stampa (si pensi ad esempio alla stampa di armi da fuoco con una comune stampante 3d), ma anche a delle falle di sicurezza intrinseche nelle stampanti 3d.

Il report è stato redatto dal NIST (National Institute of standard Technology) facente parte appunto del dipartimento per il commercio. Qui puoi trovare il report integrale.

L'FBI ha comprato una stampante Stratasys da 32.000 dollari per il suo centro d'indagine sul terrorismo e gli esplosivi, per investigare su come i sistemi di replicazione possono essere usati in modo fraudolento per lo sviluppo e la produzione di armi ed esplosivi.

Nel 2013, ad esempio, una fabbrica che utilizzava massivamente le tecnologie di stampa 3d è stata coinvolta in una grossa esplosione. Sembra che l'esplosione sia stata dovuta alle polveri di metallo utilizzate per la stampa (es. polveri di titanio e di alluminio). L'esplosione ha causato parecchi feriti, alcuni dei quali abbastanza gravi.

Da questa "valutazione dei rischi" sono emersi appunto dei problemi che prima non erano stati presi in considerazione, forse anche per la voglia di progredire rapidamente in questa "nuova" e sensazionale tecnologia.

Nel report, nella parte finale, è presente anche un questionario che aiuta, a scoprire se le proprie stampanti e le proprie attività legate ad esse, sono soggette a rischi o no. Consigliamo caldamente di darci almeno un'occhiata (se non inserirlo addirittura nella propria valutazione dei rischi per la sicurezza!)

Certo, troverete difficile (anzi meglio, non pensateci proprio...) utilizzare la vostra stampante 3d per creare armi da fuoco o simili, però di sicuro alcuni rischi presenti in questo documento, potrebbero non esservi del tutto sconosciuti. Vale per ciò la pena di fare una rapida indagine:

          • Presenza di polveri di materiali come titanio o alluminio.
          • Possibile attacco DoS (Denial of Service), in pratica un  attacco informatico in cui si esauriscono deliberatamente le risorse di un sistema informatico che fornisce un servizio, ad esempio un sito web, fino a renderlo non più in grado di erogare il servizio. Se la vostra stampante è collegata in rete e il server non è difeso bene, potreste essere soggetti a questo problema.
          • Password di default dell'amministratore/root. Come accade per molti router/NAS, la password di default è abbastanza indovinabile, se non addirittura assente.
          • Cattura dei dati: se la rete non è protetta o è facilmente accessibile, i vari dati (contenenti ad esempio un progetto riservato), potrebbero essere "sniffati" e diffusi in rete.
          • Alterazione dei settings di un dispositivo, questa secondo me è una delle cose più pericolose. Facciamo un po' di terrorismo per spiegare il punto di vista: immaginate ad esempio un hacker che riesce ad entrare nella vostra rete e a garantirsi l'accesso come root alla vostra stampante. Immaginate che la stampante stia stampando un pezzo complesso e che la durata della stampa duri parecchie ore (caso normale insomma...), immaginate di lasciare incustodita la vostra stampante durante la notte. Cosa potrebbe succedere se tale hacker riuscisse a sovrariscaldare l'estrusore? Cosa potrebbe succedere se lo stesso hacker riuscisse a far incendiare le finissime polveri di una stampante SLS? Avete mai visto come prendono fuoco facilmente queste polveri? Ecco qui un piccolo esempio.

 

Questi rischi possono sembrarvi poca cosa per una semplice stampante 3d casalinga, ma potrebbero anche non essere cosi da sottovalutare per una costosa stampante industriale.

Non ho parlato inoltre del rischio dovuto alla stampa di prototipi di armi da fuoco, con cui chiunque potrebbe portarsi su un aeroplano un arma da fuoco di "plastica".

Voi cosa ne pensate? Pensate di essere al riparo da tutti questi rischi?

Search