Mosaic - stampa multicolor con singolo estrusore

Nonostante la grande flessibilità, le nuove stampanti 3d presentano ancora grossi limiti che ne impediscono la rapida diffusione: uno dei principali è la stampa con un singolo colore, che se per un progetto tecnico può non portare alcun svantaggio, lo stesso non può dirsi per un progetto artistico, dove sarebbero indispensabili i vari colori.

Certo esistono delle parziali soluzioni. Stiamo parlando delle stampanti 3d con doppio estrusore o con singolo estrusore ma a doppio hot-end, ma di certo chi li ha provati sa bene come in realtà siamo molto lontani da una soluzione definitiva.
Molte volte il cambio di colore risulta sbavato, con dei gocciolamenti di colore fuori dalle zone di deposizione. La soluzione con doppio estrusore ha poi un altro difetto: montando un altro estrusore, diminuisce l'area di stampa, poiché una parte della sede dove scorrono gli estrusori è occupata dal secondo estrusore.

Oggi sembra che ci sia una nuova e particolare soluzione: Una startup canadese, la "Mosaic Manufacturing", ha creato il prototipo di un accessorio da collegare a qualsiasi stampante 3d mono-estrusore.

Mosaic, stampa 3d, multicolore, singolo estrusore, soluzione

I filamenti vengono immessi in "Mosaic" e il software del dispositivo si interfaccia  con il programma di slicer per tagliare e fondere insieme il filamento nelle quantità esatte necessarie per stampare il modello 3d in programma, in multi-color senza sbavature.
In pratica il sistema determina quando cambiare un colore in base al G-Code  inviato alla stampante. Quando è il momento per un cambiamento di colore, il sistema taglierà il filo del filamento in uso, e fonderà il nuovo colore ad esso. Tutto ciò al volo, ben prima che il filamento si avvicini al estrusore.
Il minimo di percorrenza del filamento per il cambio di colore è appena 35 mm.

Il prodotto è impostato per funzionare con quasi ogni marca di stampanti 3D FDM che utilizzi il G-Code,  non richiede alcuna modifica alla stampante 3D esistente. È sufficiente collegare "Mosaic", passare i filamenti e si è già pronti per la stampa in multicolor.

Mosaic, stampa 3d, multicolore, singolo estrusore, soluzioneLa startup grazie a questo prototipo è stata in grado di vincere il primo premio di un corso d'imprenditoria durato tre mesi chiamato "Queen's Summer Innovation Initiative (QSII)" organizzato dalla "Queen's University", Canada. Con un investimento iniziale di appena 2500 $, cinque ragazzi con l'aiuto dei loro professori hanno sviluppato e preparato i piani per la creare una startup e sviluppare "Mosaic".

Il premio del valore di 40.000 $ ha permesso ai ragazzi di passare alla seconda fase del loro progetto, ossia alla commercializzazione.

Al momento non c'è ancora nessuna data certa per la sua introduzione sul mercato, ne tanto meno il prezzo previsto, tuttavia sarà molto probabilmente caricato su una campagna Kickstarter molto presto. "Mosaic Manufacturing" ha in programma anche il rilascio di alcune API che integreranno il software Mosaic con la maggior parte dei programmi di slicer disponibili (plugin) , rendendo il tutto più semplice ed efficiente.
Appena ne sapremmo qualcosa ve lo faremo certamente sapere.

Dalle prove effettuate però, sembra che la qualità della stampa multi color sia di molto superiore alla classica stampa con multi estrusore.

sotto alcuni confronti tra le due tecnologie.

Mosaic, stampa 3d, multicolore, singolo estrusore, soluzioneMosaic, stampa 3d, multicolore, singolo estrusore, soluzione

Mosaic, stampa 3d, multicolore, singolo estrusore, soluzione

Voi che ne pensate? Meglio la tecnologia a multiestrusore o questa?

 

 

Search