Ingessatura per frattura? Basta gesso grazie alle stampanti 3d!

Chi di voi non si è mai rotto una gamba, un braccio o semplicemente un polso? Beh, fortunati voi (quelli che non se lo sono mai rotto intendo!)

Per chi ha ben presente cosa vuol dire rompersi un arto e portare quello scomodo gesso per un mese, sono in arrivo grandi novità.

Avete presente quando è estate, avete un caldo terribile e avete questa cosa maledetta che vi avvolge il braccio e che vi fa sudare solo a guardarla? Avete presente quando avete il gesso e vi prude quella parte del braccio che fatalità si trova sotto l'ingessatura? Ecco che il cervello umano si ingegna il meglio possibile per far terminare questo supplizio. Si vedono allora antenne telescopiche, penne, e qualsiasi altro oggetto affusolato che cercano di arrivare  a grattare il punto fatidico sotto il gesso, ma di solito nonostante tutte queste trovate si deve convivere con il prurito. Allora vi viene voglia di prendere una sega circolare e di tagliare via il gesso (e tutto il resto, braccio compreso...).
Ricordate queste sensazioni? Avete presente quando dovete farvi la doccia e non sapete più che pesci pigliare?
Beh sorridete, tra qualche tempo questo sarà solo uno spiacevole ricordo.

Osteoid medical cast, stampa 3d, fratture, gesso, designer

Deniz Karasahin, un designer  turco, ha deciso di utilizzare una stampante 3d per creare una specie di esoscheletro che sostituisca il gesso. Ha cosi inventato L'Osteoide Medical Cast con il quale ha recentemente vinto il Golden A'Design Award per le forme e la progettazione di un prodotto (edizione 2013-2014).

L'Osteoide Medical Cast inoltre non è solo un bell'oggetto, personalizzabile ma, opportunamente collegato ad ad un emettitore a bassa intensità di ultrasuoni pulsati (LIPUS), promette di accelerare la guarigione di una frattura.
L'azienda produttrice dice che con soli  20 minuti al giorno, questo sistema promette di ridurre il tempo del processo di guarigione fino al 38% e aumentare il tasso di guarigione fino al 80% rispetto ai calchi tradizionali.
Per funzionare, le sonde ad ultrasuoni LIPUS deve essere posizionata sulla zona lesa a contatto diretto della pelle. Questo è impossibile con i tradizionali metodi di ingessatura.
Però, grazie ai fori di ventilazione dell'Osteoide Medical Cast,  la sonda  LIPUS può essere posizionata proprio sopra la zona lesa.

osteocast3

Grazie ad una scansione 3d dell'arto e ai raggi X dello stesso è possibile creare un dispositivo personalizzato ad hoc, andando a rinforzare la trama proprio nei punti di maggior stress per la frattura, e posizionando la sonda ad ultrasuoni nel punto giusto.

Il dispositivo è inoltre previsto di appositi lacci e chiusure che facilitano l'indossamento e la sua stabilità.

Osteoid medical cast, stampa 3d, fratture, gesso, designer

Al momento l'Osteoide Medical è ancora in fase di progettazione, ma potrebbe rendere, nel prossimo futuro, l'avvenimento di un braccio rotto un momento un pò meno infelice.

Search