Impariamo il G-code per controllare le macchine a controllo numerico

Se possiedi una stampante 3d sai bene che per passare dal modello 3d alla stampa è necessario effettuare diversi passaggi per stampare l'oggetto correttamente. Uno dei passaggi fondamentali è quello di convertire il file in G-code, ovvero nel linguaggio di programmazione usato dalle macchine a controllo numerico (CNC). Questo linguaggio viene utilizzato pertanto  non solo dalle stampanti 3d che utilizzano la tecnica della fabbricazione additiva ma anche macchine che costruiscono gli oggetti mediante fabbricazione sottrattiva (macchine laser, fresa a 3 o 4 assi, etc.)

Il  controller che gestisce l'elettronica della macchina a controllo numerico esegue  il g-code che contiene le informazioni necessarie per comandare il movimento degli assi, dell'estrusore e dell'ugello nel caso della stampante 3d o dello strumento nel caso della fresa (velocità di rotazione, angolo di inclinazione,  rotazione del tornio, se disponibile)

Le istruzioni per comandare le macchine a controllo numerico vengono create via software, ma imparare questo linguaggio di programmazione può essere notevolmente d'aiuto.

Per chi desidera imparare i comandi che controllano le macchine CNC, consiglio di visitare il sito cnccookbook.com dove è possibile leggere un tutorial in lingua inglese sul g-code.

Se invece hai avuto già modo di lavorare con questo linguaggio di programmazione ed hai dei suggerimenti per gli utenti neofiti, i commenti sono a tua disposizione!

cnccookbook

Search