Grafene - nuovo filamento prodotto da BlackMagic3D

Certamente avrete oramai sentito parlare del grafene, ossia il rivoluzionario materiale che promette meraviglie. Ne abbiamo già parlato in un precedente articolo.

grafene

Le sue proprietà elettroniche sono uniche nel vero senso del termine, perché in nessun altro materiale è possibile osservare le cariche elettriche muoversi come nel grafene, con mobilità molto, molto maggiore di quella del silicio, con effetti quantistici misurabili persino a temperatura ambiente.
Inoltre la sua enorme area superficiale, unita alle eccellenti proprietà elettroniche, permette di creare sensori di vario genere, capaci di rilevare persino singole molecole.
A differenza di qualsiasi altro metallo o sostanza organica,  le lamine monoatomiche di grafene sono eccezionalmente robuste, stabili all’aria e alla temperatura, ma nello stesso tempo sono molto facili da manipolare.
Per farvi un semplice esempio, un singolo foglio di grafene, anche se spesso un solo atomo, può resistere a differenze di pressione di decine di Kilopascal per molto tempo.

Grazie alla sua struttura particolare, il grafene permette moltissime applicazioni: ad esempio nel settore fotovoltaico infatti, il grafene potrebbe sostituire il silicio, attualmente usato per le celle fotovoltaiche. Può essere usato per creare superfici battericide, filtri e sensori chimici ed apparecchi per gli screening genetici molto più veloci degli attuali e queste sono solo alcune delle possibili applicazioni!
Ora provate a pensare se nel mondo conosciuto esiste un altro materiale con tutte queste caratteristiche messe assieme e capirete come mai si sta scatenando un vero e proprio "boom" con investimenti milionari, su questo "tipo di grafite".

Già si incominciava a vedere il grafene applicato alle varie industrie, ma fino ad ora nessuno era riuscito a portare in commercio un filamento fatto di questo materiale.

graphene

La prima a riuscirci sul serio è Graphene 3D Lab Inc, una società americana che sviluppa filamenti per stampanti FDM / FFF 3D da qualche tempo. Anche se il loro materiale non è grafene puro, e quindi non possiede tutte le proprietà innovative che tale materiale può offrire,  Graphene 3D Lab sta lavorando per migliorarlo il più possibile.

In questi giorni, per la prima volta, la società ha annunciato ufficialmente la disponibilità commerciale del loro filamento conduttivo in grafene: il suo nome sarà BlackMagic3D.

"Graphene 3D Lab è entusiasta di iniziare a offrire un filamento conduttivo di grafene e con esso la possibilità di nuove applicazioni per gli utenti della stampa in 3d", ha dichiarato il CEO di Graphene 3D Lab, Daniel Stolyarov. "Prevediamo un'ampia varietà di applicazioni, tra cui la stampa 3d di tracce conduttive e sensori capacitivi. Non vediamo l'ora di ricevere i primi  feedback dalla comunità di stampa 3d  e di migliorare lo sviluppo di una vasta gamma di filamenti con capacità funzionali. Si tratta di una tappa importante per Graphene 3D Lab"

Il nuovo filamento  è in realtà un composito costituito da PLA termoplastico che è stato infuso con materiali  di nano-carbonio altamente conduttivi. Con potenziali applicazioni come sensori 3d stampati e conduttivi  e  tracce / circuiti, sembra che potremmo presto vedere un'esplosione di crescita nel settore dell'elettronica 3d stampata.

Il nuovo filamento conduttivo BlackMagic è compatibile con la maggior parte delle stampanti 3d FDM, la temperatura di estrusione è circa 170-175 ° C e necessita di un piatto riscaldato.
Qui di seguito troverete le proprietà generali di questo nuovo filamento:

Volume Resistività: 1 ohm/cm
Colore: Nero
Diametro: 1,75 millimetri
Peso: 200 grammi
Prezzo: 65 $

Secondo la società, il filamento conduttivo di grafene può essere utilizzata anche per i seguenti applicazioni:

  • Vista l'alta resistenza meccanica, poiché il filamento è meccanicamente più forte dell'ABS e del PLA, può essere utilizzato per stampare parti funzionali quali: ganci, utensili manuali, e parti soggette a sollecitazioni meccaniche.
  • Sensori: Questo filamento può essere usato per creare sensori capacitivi (tattili) utilizzati per misurare prossimità, posizione, umidità, livelli dei fluidi, e accelerazione.
  • Tracce conduttive: Un'altra applicazione di questo filamento è nella creazione di piste conduttive per l'uso in elettronica, molto adatto all'interfacciamento di schede come Arduino e lilypad (tecnologia indossabile)
  • Schermatura  elettromagnetica e in radiofrequenza: utilizzabile in EMI e RF per applicazioni critiche per l'uso in una vasta gamma di settori, tra cui le telecomunicazioni, dispositivi medici, imballaggi, aerospaziale

grafene

Nuovi materiali compositi continuano ad emergere quasi ogni settimana, speriamo che Graphene 3D Lab e altre industrie simili, continuino ed approfondiscano ricerca & sviluppo per migliorare sempre di più le proprietà di questo tipo di materiali.

Per chi fosse interessato a testare questo nuovo filamento composito grafene/PLA, lo può trovare sul sito BlackMagic3D.

 

Search