Stampa 3d: Intervista al titolare di un centro per la stampa di oggetti 3d

I servizi di prototipazione rapida sono nati intorno agli anni 80, di supporto all'industria meccanica e automobilistica per la creazione di oggetti 3d in scala al fine di verificarne la funzionalita' e l'aspetto esteriore, prima della produzione di massa. Questi servizi erano inaccessibili fino a qualche tempo fa all'utenza domestica e professionale per via degli altissimi costi.

Anche se ultimamente i costi delle stampanti 3d si sono  abbattuti notevolmente, usufruire dei servizi di stampa 3d professionali potrebbe essere per molti la scelta migliore in termini di costi, tempo e competenze. Infatti, dopo l'acquisto di una stampante 3d consumer è necessario acquistare un assortimento di materiali da utilizzare in base alla funzione dell'oggetto da stampare. Si deve inoltre imparare ad utilizzare e risolvere tutti i potenziali problemi che possono nascere durante la fase di stampa ed imparare la modellazione 3d.

Per capire meglio come funziona un service di stampa ed i servizi che offre, abbiamo intervistato Francesco Trevisani, titolare del centro Stampa 3d Italia.

Cosa ti ha spinto ad aprire un centro di stampa 3d ?

 F.T.: "Sono stato spinto dall'interesse nel conoscere ed approfondire questa nuova tecnologia. Prima aprire la mia attività mi ero interessato di capire se c'era già qualcuno nella mia area che avesse un FabLab e non avendo trovato nessuno mi sono detto...perché non io!?"

Quali tecnologie utilizzano le stampanti 3d del tuo centro ?

F.T.: "Per ora stiamo utilizzando stampanti con tecnologia FDM (fused deposition modeling) ma siamo interessati ad implementare i nostri servizi con l'acquisto di stampanti sterelitografiche."

Chi sono i principali utilizzatori del tuo  service di stampa 3d ?

 F.T.: "Prevalentemente professionisti del settore meccanico per lo studio di componenti come modelli di frizioni, ingranaggi, e altri particolari. Professionisti dell'edilizia per la riproduzione di nodi tecnologici o plastici per i loro clienti. Designer per lo studio di loro creazioni come cover e oggetti di arredamento. Abbiamo seguito anche clienti "domestici" per eseguire particolari custom che ad esempio sono serviti per la riparazione di oggetti come lampade e mobili di cui difficilmente avrebbero trovato i componenti originali sul mercato."

Quali sono gli oggetti stampati in 3d piu' richiesti ?

F.T.: "Non c'è un vero e proprio oggetto più venduto, il professionista che utilizza un software 3d, che sia un odontoiatra o un ingegnere meccanico o un architetto, può interfacciarsi con noi e ottenere il suo prototipo. Dall'altra il cliente domestico che ha bisogno di un componente custom ci fornisce le misure e può ritirare il suo prototipo anche in giornata."

Come si determina il costo di un oggetto stampato in 3d ? 
F.T.:  "Di solito i FabLab applicano tariffe orarie oppure calcolando il volume dell'oggetto stampato. In questo momento stiamo applicando la valutazione volumetrica."
Per fare un esempio, quanto costa stampare in 3d una figura di un action hero alto 15 cm,  oggi tanto in voga fra i bambini ?
 
F.T.:  "Ad esempio un superman, facilmente reperibile su thingiverse, alto circa 15 cm, se stampato in PLA ha un volume totale di circa 24 cm3 quindi un costo di 12 €."Quali materiali utilizzi nel tuo centro stampa ? F.T.:  "Per circa il 90% il PLA poiché risente meno del ritiro termico che contraddistingue l'ABS e perché ecofriendly. Viene usato anceh l'ABS ma in misura nettamente inferiore e comunque per oggetti di dimensioni ridotte. materiali speciali come il LAYWOOD e il LAYBRICK hanno un utilizzo ridotto ma comunque sono molto interessanti per tutti quei clienti che cercano oggetti personalizzati che possano rendere nell'aspetto come legno o arenaria."

Quali sono le dimensioni massime  con le quali puo'  essere stampato un oggetto 3d ?

 F.T.: "Le stampanti utilizzate finora hanno un'area di stampa di P210mm*L150mm*H200mm. Prossimamente, prima dell'estate, arriveranno stampanti con un'area di lavoro di 210mm*297mm*200mm quindi un A4 per 20cm di altezza."

E' possibile ottenere oggetti colorati stampati in 3d ?

 F.T.: "Assolutamente si, il parco materiali sia PLA che ABS ha i colori più disparati, materiali fluorescenti e semitrasparenti. Non viene messo freno a nessuna idea! Se non dovessero bastare i colori offerti, il PLA è un ottimo materiale su cui applicare successivamente pitture personalizzate utilizzando i classici colori da modellismo."

Gli oggetti, una volta stampati possono essere utilizzati immediatamente o necessitano di finiture ?

 F.T.: "La stampa 3D è prevalentemente una tecnologia di prototipazione più che di produzione. La qualità degli oggetti è priù grezza rispetto a quella che possiamo ottenere con altre tecniche. Solitamente chi vuole utilizzare gli oggetti per una vendita al dettaglio procede con una laccatura colorata."

Quale e' la procedura che seguite nel caso in cui un cliente si presenta con un pezzo rotto che deve essere replicato in 3d ?

F.T.: "Viene eseguito uno studio volumetrico dell'oggetto da riprodurre con particolare attenzione a perché sia è rotto, cercando quindi di elaborare una strategia costruttiva tale per cui l'oggetto possa risultare rafforzato nel punto stesso del cedimento. Viene quindi eseguito un render 3d e inviato al cliente con allegato il preventivo. Una volta accettato il preventivo, il lavoro viene mandato in stampa."

Infine, quali sono i punti di forza del vostro service di stampa 3d ? Perche' un utente dovrebbe scegliervi ?

F.T.:  "Stampa3Ditalia è l'unico servizio di prototipazione rapida in provincia di Rovigo ed uno dei pochi nelle aree adiacenti. Vengono proposti sempre prezzi vantaggiosi per il cliente e categorie particolari come studenti, università e professionisti che aderiscono al programma di partnership godono di ulteriori sconti sul listino ufficiale. Concludendo prima di eseguire qualsiasi lavoro il cliente è messo al corrente della spesa da sostenere e gli viene sempre inviato un render pre-stampa in modo che possa verificare personalmente il prototipo. 

Ringraziamo Francesco Trevisani per il tempo che ci ha dedicato.

Search