Case stampate in 3d: adesso si fa sul serio

L'anno scorso abbiamo parlato di alcune aziende intente a sperimentare case stampate in 3d utilizzando stampanti 3d formato gigante. Ci sembravano notizie fantascientifiche e molti di noi si saranno chiesti quanto tempo sarebbe passato dai test alla commercializzazione e soprattutto quando avremmo potuto vivere dentro una casa "stampata" in 3d.

Ebbene, non passera' molto tempo.

L'azienda cinese WINSUN, per dimostrare le sue capacità di realizzare macchinari in grado di stampare case in 3d, ha costruito una villa da 1.100 mq ed un edificio condominiale di 5 piani, entrambi visitabili nella città di Suzhou. Il costo della villa è pari ad 1 milione di yuan, che al cambio sono circa 160.000$, una cifra ridicola per una villa da 1.100 mq! Il prezzo ovviamente non tiene conto delle rifiniture interne.

Ma non si tratta di semplici test. Infatti, i macchinari utilizzati per stampare gli edifici in 3d, nonche' il cemento, sono già commercializzati dalla suddetta azienda.

La miscela utilizzata per realizzare il cemento è ovviamente coperto da segreto industriale. L'unica informazione trapelata e' che una parte della miscela è costituita da rifiuti industriali riciclabili.

La stampante misura 150 x 10 x 6,6 metri ed è ovviamente controllata dal PC.  La procedura di stampa ovviamente è identica a quella delle classiche stampanti 3d. Si parte da un modello 3d, ovviamente disegnato con un software cad. Successivamente il computer manda alla stampante le istruzioni che deposita, mediante l'estrusore, il cemento a zig-zag, permettendo l'inserimento di materiale isolante oppure ferro, al fine di rendere piu' stabile l'edificio.

villa stampata in 3d

Costruire una casa mediante l'impiego di una stampante 3d permette di ridurre del 50 / 70 % i tempi di costruzione, nonche' risparmiare sui costi del materiale e soprattutto della manodopera.

casa3d

La WINSON si e' posto l'obiettivo di costruire in 3d non solo ville ed edifici, ma anche ponti e grattacieli.

Stampare una casa in 3d è indubbiamente una importante innovazione tecnologica che insieme alla riduzione dei prezzi porta con se la perdita di molti posti di lavoro legati al mondo dell'edilizia. Impossibile prevedere quanto tempo passerà prima che una stampante 3d di questo tipo possa diffondersi in tutto il mondo, soprattutto in Italia, ma sicuramente non servirà molto tempo.

casa3d

Cosa ne pensate dei risvolti socio-economici che puo' portare la diffusione di stampanti 3d per costruire case ?

 

Search